[ioiolh4copiacopiacopiacjh3.png]

ATTENZIONE!!

Tutto quello che trovate scritto sul blog é il frutto dei miei circa 10 anni di studi riguardo l`ufologia.Quindi é una TEORIA come lo sono tante altre, io non sono un esprto, ne tantomeno un mago! Sono solo una semplice persona che appassionata di ufologia ha voluto scrivere la sua.




sabato 5 aprile 2008

UFO documenti ufficiali

Tra le innumerevoli prove incontestabili circa la presenza degli UFO sul nostro pianeta, si annoverano anche documenti ufficiali che non lasciano spazi a dubbi. Mentre oggi ancora esistono persone che si chiedono se gli UFO esistano o meno, già dagli anni'40 le autorità non avevano dubbi sulla loro esistenza.
Grazie al passare dei decenni, i documenti da cui si evince ciò sono stati finalmente declassificati in via ufficiale, e vengono qui di seguito elencati in modo riassuntivo.
Si tratta di documenti che non possono essere smentiti perché sono documenti ufficiali al 100%.

- Al 1947 risale un Documento dell'Office of Naval Intelligence, i servizi segreti dell'US Navy, riguardante l'ondata di avvistamenti di UFO sigariformi o "Razzi fantasmi", avvenuta sulla Scandinavia tra il 1945 ed il 1946, in cui si ignora la provenienza dei veicoli avvistati.

- All' 8/7/1947 risale un documento dell'FBI riguardante il disco volante recuperato a Roswell, mentre in un documento dell'FBI risalente al 10 luglio 1947 isi richiede l'accesso ai dischi volanti recuperati. In un documento ufficiale del 14 luglio 1947, l'esercito americano consente all'FBI di accedere ai dischi volanti recuperati.

- In un documento ufficiale del 1947, l'US Air Force dice al direttore dell'FBI che gli UFO non sono aerei segreti.

- Al 1947 risale un documento dell'FBI in cui si manifesta la rabbia dell'FBI per essere esclusa dallo studio dei casi più importanti riguardanti i dischi volanti, che invece sono attribuiti all'US Army Air Force. D'altronde in un altro documento il capo dell'FBI, J. Edgar Hoover, scrive questo incredibile memo a mano poco dopo la caduta del disco volante a Roswell nel 1947, in risposta all'ordine governativo di far stare l'FBI fuori dall'affare UFO: "Lo vorrei fare, ma prima di obbedire noi dobbiamo insistere sul pieno accesso al disco recuperato. Per esempio, nel caso di La. l'esercito lo ha sottratto e non ci ha permesso neanche un esame superficiale".

- 5/09/1947, Army Air Force, Washington. In una lettera firmata dal Brigadiere Generale USA Geo. F. Schugen, assistente capo dell’Air Staff-2 e indirizzata al Direttore dell’F.B.I. si afferma in maniera inequivocabile che l’Army Air Force non ha nessun progetto con le caratteristiche associate con i “dischi volanti”. Questo vuol dire che all'epoca non esistevano neanche progetti per la costruzione di veicoli discoidali.

- In un documento ufficiale del 28 settembre 1947, il Generale Twining, capo dell'Air Materiel Command (AMC), dichiara che il fenomeno dei dischi volanti è qualcosa di reale e non visionario o fittizio.

- 20/10/1947, un documento trasmesso dall’U.S.A.F. all’F.B.I. dal titolo “Trasmissione all’F.B.I. con allegato disco volante” afferma che l’Air Material Command ha come opinione che i dischi volanti esistono.

- Febbraio 1948, “Project Sign”, Headquarters Air Material Command, Wright-Patterson Air Force Base, Dayton Ohio. In questo rapporto si illustrano già le note “Sfere di luce”, che sono le protagoniste di innumerevoli avvistamenti negli ultimi decenni, e nel documento in questione si desume che queste rimangono di origine misteriosa. Tra le altre cose si può leggere che esistono molti rapporti che illustrano la possibilità dell’esistenza sul nostro pianeta di animali extraterrestri. Il “Project Sign” ha degli interessanti allegati, tra cui nell’Appendice “D” del 13/12/1948 e scritta per il Brigadiere Generale Putt dell’U.S.A.F, Direttore dell’Ufficio Ricerche e Sviluppo, si illustra la possibilità di vita intelligente su Venere e Marte. Tale allegato è stato inserito dagli ufficiali dell’U.S.A.F. sicuramente perché tra le varie ipotesi di provenienza dei “dischi volanti” si contemplava anche l’origine marziana e venusiana.

- Al 1948 risale un documento ufficiale che attesta l'abbattimento e l'uccisione del Capitano Thomas Mantell da parte di un UFO.

- 31/1/1949, l’F.B.I. stila un documento il quale afferma che gli UFO possono essere considerati una minaccia. Nel “file” denominato “Protection of Vital Installations, Bureau File 65-58300” si menziona che molti avvistamenti di fenomeni inspiegati, sono stati riportati nelle vicinanze delle installazioni di Los Alamos, NewMexico. In questa zona gli eventi collegabili agli UFO sono molto concentrati. Questo è solo uno dei documenti che attesta l'interesse degli UFO per le zone e le installazioni dove vengono compiute ricerche ed esperimenti top-secret e nucleari.


- Al 1949 risale un documento in cui l'USAF Office of Special Investigation afferma che non ci sono spiegazioni plausibili riguardo agli UFO luminosi avvistati nel New Mexico.


- 23/2/1949, il Direttore del Servizio di “Intelligence” dell’U.S.A.F a Washington, pubblica un documento dal titolo “Unusual Incidents” dove si illustra anche che tra i 210 rapporti UFO occorsi a fine 1948, solo il 20% è stato identificato con certezza, ciò vuol dire che ben l’80% degli UFO avvistati sono rimasti inspiegati. Ciò contrasta con le note conclusioni fasulle del Progetto Blue Book del 1969.

- Un documento ufficiale del 1949, acquisito anche dal progetto Blue Book, riporta la dichiarazione del Comandante Robert McLaughlin, che dal 1939 è stato responsabile della Ricerca Missilistica dell'USAF, afferma che "i Dischi Volanti non hanno nulla a che fare con qualsiasi esperimento esercitato da scienziati americani o da chiunque sulla Terra. "Se queste cose sono vere, queste provengono da un altro pianeta, in cui le creature sono molto più avanti di noi nell'utilizzo della scienza". "Ho sentito dire (ndr da chi?) che sono navi spaziali provenienti da Marte, che sono state attratti dalla nostra Terra, dalle esplosioni e dalla bomba atomica, affascinati da ciò che hanno visto, hanno continuato a mantenere un occhio su di noi".

- In un documento ufficiale USA del 1949 si evidenzia la necessità di mantenere il segreto riguardo la presenza di UFO su installazioni vitali americane.

- 21/11/1950, Memorandum Smith. In questo documento del Dipartimento dei Trasporti Canadese, e dal titolo “Geo-Magnetics”, un noto scienziato Wilbert Smith, specializzato in propulsione elettromagnetica e incaricato dal Governo Canadese per la realizzazione del “Project Magnet” afferma in maniera precisa che i dischi volanti esistono, che il loro modo di operare è sconosciuto, che la materia è classificata con un indice di segretezza superiore a quello della Bomba-H e che le autorità Statunitensi considerano gli UFO di enorme significato. È altresì importante l'affermazione che il modus operandi e lo scopo degli UFO è sconosciuto ma un piccolo gruppo guidato dal Dottor Vannevar Bush sta facendo uno sforzo considerevole per scoprirlo.

- In un documento ufficiale del 1950 si parla di UFO avvistati sopra un importante installazione nucleare USA e del conseguente tentativo fallito di intercettazione da parte di caccia americani.

- 2/10/1952, un documento della C.I.A. (Central Intelligence Agency) propone due conclusioni sul tema UFO. La prima riguarda considerazioni psicologiche di massa; la seconda riguarda la vulnerabilità degli USA in caso di attacco aereo, dato che i “dischi volanti” sono considerati un pericolo per la sicurezza nazionale.

- 27/10/1952, Memorandum F.B.I.. In questo documento viene illustrato che molti ufficiali militari considerano in maniera seria la possibilità che i “dischi volanti”siano navi interplanetarie.

- 2/12/1952, un documento C.I.A. testualmente afferma che “avvistamenti di oggetti sconosciuti a grandi altitudini e che viaggiano ad alte velocità nelle vicinanze delle maggiori installazioni di Difesa USA non possono essere attribuiti a fenomeni naturali o veicoli aerei di tipo conosciuto".

- In un documento ufficiale USA del 1952 si insiste sull'urgenza di un azione per il fatto che gli UFO volano sulle installazioni militari più importanti.

- Esistono dei documenti ufficiali del 27/01/1953, acquisiti anche dal Blue book, dell'AFOSI (i servizi segreti dell'USAF), oggi in gran parte illeggibili. Nell'ultima pagina di questi documenti c'è una raffigurazione dettagliata delle formazioni degli UFO, ed è presente anche l'indicazione di qualche manovra e di qualche forma (discoidale, sferica e triangolare).

- Maggio 1953, il Dipartimento dell’Air Force pubblica l’AF Manual 200-3. Al capitolo 9, dal titolo “Air Technical Intelligence” e precisamente a pag. 9-3, è illustrato un disegno di un bombardiere U.S.A.F. sorpreso in volo da tre Dischi Volanti. La frase che spiega il disegno dice che “l’Air Technical Intelligence è responsabile per la prevenzione di sorprese tecnologiche”.

- 27/05/1953, un documento dell’O.S.I. (Il Dipartimento Scientifico della C.I.A.) afferma che “ i maggiori files sugli UFO si trovano in Air Branch Divisione Scienze Applicate”.

- In un documento ufficiale del 1953 si evidenzia un incidente aereo avvenuto a due caccia USA che stavano inseguendo un UFO.

- In un documento ufficiale USA del 1955 si riporta un importante avvistamento di UFO, segnato anche da un avvistamento radar degli UFO di ben 49 minuti.

- Marzo 1958, pubblicazione di un documento denominato CIRVIS-MERINT. Si tratta di procedure da intraprendere dall’Intelligence dell’Aviazione e Marina U.S.A e Canadese in caso di avvistamenti di mezzi aerei e acquatici nemici. In questo documento esiste una versione degli oggetti nemici con relativo disegno, in cui è riconoscibile, tra gli altri, quello di un UFO a forma di disco, sotto al cui disegno si legge la dicitura “Unidentified Flying Object”. Nella versione canadese del documento, che si trova negli Archivi di Stato di questo paese, si legge anche la frase “Unidentified Object in the Water”, ossia Oggetti Non Identificati nell’acqua (cioè gli USO:Unidentified Submerged Object).

- In un documento ufficiale del "Department of Defense Intelligence" risalente al 1968, si riporta l'inseguimento senza successo da parte di due caccia "Mig" Cinesi nei confronti di sette UFO.

- 1968, pubblicazione da parte della N.S.A. (Nationa Security Agency) del documento dal titolo “Ipotesi U.F.O. e domande sulla sopravvivenza”. In questo documento si illustrano le ipotesi più concrete per poter spiegare gli avvistamenti UFO, ossia falsi, allucinazioni, fenomeni naturali, progetti segreti terrestri e oggetti pilotati da Intelligenze Extraterrestri. Il documento prende seriamente come possibile l’ipotesi extraterrestre per spiegare molti avvistamenti di oggetti volanti non identificati, anzi raccomanda che l’investigazione su questi oggetti deve portare ad una azione intensiva d’emergenza per isolare la minaccia e determinare la precisa natura, nonché sviluppare adeguate misure difensive in un periodo di tempo minimo.

- 20/10/1969, un “Memorandum” scritto per il Generale Carroll Bolender dell’U.S.A.F. afferma che Rapporti di oggetti volanti non identificati che riguardano la Sicurezza Nazionale in accordo con il Janap 146 o l’Air Manual 55-11, non possono far parte del "Progetto Blue book" sugli UFO (che non è stato nemmeno chiuso, lo dimostra un documento dell’F.B.I. del 24/07/1989).

- Un Documento ufficiale della CIA dell'8 settembre 1971 riguardante gli UFO, di cui si è ottenuta la declassificazione dopo anni di pressioni da parte di ricercatori, è stato rilasciato iper-censurato in modo da essere totalmente illeggibile.

- Al 1976 risale un documento ufficiale USA del tentativo fallito di un caccia americano di abbattere un UFO su Teheran, poiché l'UFO disabilitò i sistemi d'arma del caccia.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Is Bigfoot Genuine or factitious? For around four hundred many years, there happen to be reporting’s of a guy like monster that is definitely utterly coated in hair.
[url=http://www.is-bigfoot-real.com/]bigfoot[/url]