[ioiolh4copiacopiacopiacjh3.png]

ATTENZIONE!!

Tutto quello che trovate scritto sul blog é il frutto dei miei circa 10 anni di studi riguardo l`ufologia.Quindi é una TEORIA come lo sono tante altre, io non sono un esprto, ne tantomeno un mago! Sono solo una semplice persona che appassionata di ufologia ha voluto scrivere la sua.




venerdì 25 aprile 2008

Cos'è un Bambino Indaco

Cos'è un Bambino Indaco

Cos'è un Bambino Indaco? E perché li chiamiamo Indaco? Innanzi tutto, la definizione: un Bambino Indaco è tale se esibisce un nuovo e insolito insieme di attributi psicologici e adotta un modello di comportamento generalmente non documentato in precedenza. Questo modello include fattori unici comuni, che suggeriscono a coloro che interagisco no con questi bambini (in particolare i genitori) la necessità di cambiare il modo in cui li trattano e li educano, al fine di raggiungere un equilibrio. Ignorare tali nuovi modelli comportamentali significa potenzialmente creare disequilibrio e frustrazione nelle menti di questi nuovi e preziosi esseri. Il presente capitolo si propone di identificare, precisare e convalidare gli attributi di un Bambino Indaco.

Sembra che esistano vari tipi di Indaco, e li descriveremo nel corso del capitolo, ma intanto possiamo darvi indicazioni sui modelli comportamentali più comuni fra loro. Ne riconoscete qualcuno?

Ecco una lista contenente dieci fra i più comuni tratti dei Bambini Indaco:

• Vengono al mondo con un senso di regalità (e spesso si comportano di conseguenza).

• Hanno la sensazione di "meritare di essere qui" e sono sorpresi quando gli altri non lo condividono.

• L'autostima per loro non costituisce un problema.

• Spesso sono loro stessi a dire ai loro genitori "chi sono".

• Hanno problemi con l'autorità assoluta (che non dà spiegazioni né scelte).

• Si rifiutano di fare determinate cose, ad esempio, fare la fila è difficile per loro.

• Diventano frustrati se costretti a interagire in sistemi orientati ritualisticamente, che non richiedono il ricorso al pensiero creativo.

• Spesso intravedono un modo migliore per fare le cose, sia a casa che a scuola, il che li fa sembrare dei "demolitori di sistemi" (non si conformano a nessun sistema).

• Appaiono antisociali, a meno che non siano circondati da persone simili a loro.

• Se non hanno intorno persone con una consapevolezza simile alla loro, spesso si chiudono in se stessi, avendo la sensazione che nessun altro essere umano li capisca.

• La scuola spesso rappresenta per loro una prova estremamente difficile a livello sociale.

• Non rispondono alla disciplina che instilla il "senso di colpa" (del tipo "Aspetta di vedere cosa succede quando torna a casa tuo padre e vede cosa hai fatto").

• Non sono timidi nel farvi sapere ciò di cui hanno bisogno.

Fonte: www.stazioneceleste.it

5 commenti:

Francesco ha detto...

Li stanno cercando? E se si a chi bisognerebbe rivolgersi? Faranno dei test per effettuare un riconoscimento sicuro? E se uno di loro parlerebbe di alcuni "ricordi particolari" pre-nascita (tipo la richiesta ad una entità superiore di venire sulla terra)? O la capacità di intravedere soluzioni dove gli altri si fermano?

Francesco ha detto...

Li stanno cercando? E se si a chi bisognerebbe rivolgersi? Faranno dei test per effettuare un riconoscimento sicuro? E se uno di loro parlerebbe di alcuni "ricordi particolari" pre-nascita? O la capacità di intravedere soluzioni dove gli altri si fermano?

fatatriste ha detto...

beh leggendo la descrizione direi di essere una ex-bambina indaco, ma da me non è mai arrivata nessuna "lettera via gufo" nè un Gandalf a rivelarmi il mio scopo su questa terra. Sono solo un'adulta che si è rintanata a vivere in mezzo ai boschi e che si trova malissimo nella società, non un granchè come apporto alla "causa" ... suggerimenti?

rerobot66 ha detto...

adesso mi spiego tante cose della mia personalita'. Si', credo proprio di essere anch'io un ex bambino indaco. Frustrato di sottomettermi a schemi rituali, usi e consuetudini, desideroso di migliorare tutto quello con cui interagisco (tranne le persone, che mi interessano solo marginalmente).

Anonimo ha detto...

Mi sembra di più la descrizione di bambini viziati dall'opulenza occidentale. Si riscontrano bambini indaco tra le favelas? Oppure i bambini e gli adulti indaco occidentali sono in grado di mostrare sperimentalmente poteri, conoscenze e capacità non comuni? Se si, quanti e quali sono queste sperimentazioni? Sono possibilista, ma non credulone. Grazie!